Innovazioni nel Retail 2.0

Negozi senza personale, consegne sempre più rapide e smart vending machines sono le prossime innovazioni nello shopping. E Amazon non è l’unico player ad avere in programma nuove idee per il retail.

Ragazza ritira da Amazon Pickup

Amazon questa volta ci sta provando con Instant Pickup, un’iniziativa innovativa presente al momento in soli cinque store in prossimità di alcuni campus universitari statunitensi, ma che non ha tardato ad attirare l'attenzione della maggior parte dei media mondiali.

Amazon Instant Pickup: come funziona?

Un giornalista del Washington Post ne ha dimostrato il funzionamento: basta selezionare un prodotto tra snack, bevande e altri oggetti che Amazon considera "everyday essentials" (accessori elettronici, cancelleria, piccola oggettistica domestica) e dopo pochi minuti, quando la transazione è stata completata, l’utente raggiunge il punto di ritiro, mostra al lettore il codice a barre e l'ordine è direttamente ritirabile in uno dei box presenti nello store.

 

Scan the code with smartphone - Amazon Pickup

 

Il processo d’acquisto è similare a quello di un distributore automatico e risponde allo stesso bisogno immediato del consumatore. L’acquisto d’impulso è infatti un obiettivo molto caro ad Amazon: prima con il programma Prime Now, con spedizioni gratis e consegne in un’ora, e poi con Amazon Fresh Pickup, per consegne di prodotti alimentari entro 15 minuti dall’ordine.

Il colosso americano aveva comunque già provato a offrire un retail più rapido e ad abbattere i costi del personale con Amazon Go, ma il risultato non è stato per tutti soddisfacente, dato che non era in grado di gestire più di 20 persone e perdeva di vista i clienti che si muovevano troppo in fretta.

Il negozio senza personale.

Amazon non è l’unico brand in grado di distinguersi: si è fatta riconoscere anche la svedese Wheelys che una caffetteria tech ha cresciuto il suo brand negli ultimi 2 anni, e che ora punta sul negozio senza personale, aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a Shanghai, in Cina.

 

 

In Wheelys si dicono orgogliosi di aver aperto uno store un anno prima di altri giganti del retail e sembra che non abbiano il benché minimo timore di affrontare la concorrenza.

Niente più code alle casse

CheckOut Technologies è una startup tutta italiana che vuole imparare dagli errori di Amazon. Il loro obiettivo è l’eliminazione delle code al supermercato: per farlo, prevede di abolire il passaggio attraverso le casse, utilizzando l’intelligenza artificiale, il riconoscimento facciale e il deep learning. L’idea è che l’utente entri quindi nel supermercato, prenda ciò che vuole ed esca dal negozio.

Sebbene l'esperienza dell'utente coincida con quella di Amazon Go (come la stessa startup ammette apertamente sui social), cambia il modello di business: CheckOut Technologies si propone come un servizio IaaS, adattabile a ogni tipo di supermercato.

Nel loro team è da poco entrato anche Enrico Pandian, già fondatore di Supermercato24, un altro progetto italiano focalizzato nel rendere più rapidi i processi d’acquisto: con un’app e un e-commerce permettono di ordinare la spesa e riceverla a casa anche dopo un'ora.

Unattended vending sempre meno unattended

Anche nel mercato della distribuzione automatica ci si muove verso un processo di acquisto più veloce e affidabile, tramite soluzioni cashless per poter pagare da smartphone anche ai distributori automatici, proprio come quella di In Time Link.

Per migliorare il processo d’acquisto, l'ostacolo da eliminare, questa volta, è il contante: chi vuole comprare, molto spesso non può farlo perché non ha a disposizione monete, il distributore non funziona, o non ha ricevuto il resto dovuto ed eviterà di acquistare di nuovo dallo stesso distributore.

In Time Link lavora proprio per trasformare il pagamento da un ostacolo a un’opportunità: senza il problema delle monete, i costi si riducono, le file si assottigliano e l’acquisto diventa decisamente più rapido.

 

Donna che usa lo smartphone al distributore automatico

 

Utilizzando strumenti innovativi e telemetria, è anche possibile offrire ai gestori la possibilità di monitorare le transazioni degli utenti e attivare operazioni di marketing per acquisirne di nuovi, oltre che a rispondere più rapidamente a richieste d’assistenza.

Un processo di pagamento che non sia più un ostacolo

Ci muoviamo verso un mondo in cui il mercato retail sarà focalizzato non solo nel rendere disponibili al consumatore in poco tempo migliaia di referenze prodotti, ma anche garantire un’esperienza d’acquisto, sia offline che online, il più veloce e naturale possibile.

L’innovazione, quindi, mira a rispondere a un bisogno latente dei consumatori e sviluppare un processo di acquisto privo di qualsiasi ostacolo fisico, creando non solo vantaggi d’immagine e di brand, ma anche dei sensibili vantaggi economici.